Serravalle e dintorni...

- ATTIVITA' DELLA POLIZIA DI STATO -
FERRARA, SERATA DI CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO IN CITTA'
- 11 APRILE 2015 -

Nella serata di venerdì 10 aprile, è stato effettuato dalla Polizia di Stato un ampio servizio di controllo della città finalizzato al contrasto delle problematiche concernenti l’ordine e la sicurezza pubblica e, in particolar modo, al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, dello sfruttamento della prostituzione e del controllo di tutti gli esercizi pubblici ove sono soliti concentrarsi, specie nelle ore serali e notturne, persone pregiudicate e con precedenti di polizia.

In particolare in zona Stazione, grattacielo,  e nel resto della città sono stati controllati in più occasioni vari bar, circoli privati, locali notturni e pubblici esercizi. Nel dettaglio la Polizia di Stato nella serata di venerdì ha effettuato specifici servizi in zona G.A.D. per la prevenzione ed il contrasto fenomeni criminali connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope ed allo sfruttamento della prostituzione.

L’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ferrara, in sinergia con gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Emilia Romagna Orientale” ha effettuato controlli a seguito dei quali sono state identificate 79 persone ed indagati D.N. cittadino afgano di 49 anni per il reato di clandestinità e C. P., cittadina albanese di 28 anni, per la violazione della misura di prevenzione del Foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel capoluogo emesso dal Questore di Ferrara.

I dispositivi di sicurezza e di prevenzione integrati  in P. Castellina e P. della Stazione hanno consentito il rintraccio di K. A.,  cittadino kossovaro di 38 anni, accompagnato in Ufficio e trattenuto per l’espletamento delle procedure di rimpatrio coattivo e L. L., cittadina albanese di 32 anni accompagnata in Ufficio per gli accertamenti specifici a seguito dei quali è stato disposto il provvedimento prefettizio di rimpatrio volontario da eseguire entro 7 giorni.  

L’attività del Reparto Prevenzione Crimine è stata focalizzata con specifici controlli  nelle zone note, ed in particolare in V. Bologna località “Uccellino” per l’acquisizione di elementi investigativi e per il riscontro della presenza di persone già evidenziate rispetto all’attività di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Inoltre, nel corso della serata, sono stati reiterati gli interventi di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope nelle aree adiacenti alla Stazione ed allo Stadio Comunale.

Rispetto ai soggetti individuati nelle note aree sono stati riscontrati  tentativi di sottrarsi repentinamente ai controlli attraverso l’utilizzo di biciclette; a seguito di inseguimenti a piedi effettuati dagli operatori del Reparto Prevenzione Crimine sono stati sottoposti al controllo sul posto 7 cittadini di diverse nazionalità (prevalentemente nigeriana) senza riscontrare il possesso delle predette sostanze. 

Contemporaneamente alla citata attività, sono stati effettuati controlli amministrativi in vari locali e sale giochi da parte della Divisione Amministrativa della Polizia di Stato. Sono stati controllati complessivamente due sale VLT (ossia Videolottery, meglio conosciute con l'acronimo VLT (Video Lottery Terminal, apparecchi da intrattenimento simili alle slot machine dalle quali si differenziano per le modalità di gioco più evolute), in Via Bologna ed in Via Foro Boario, nelle quali sono state identificate 20 persone, ed all’esito di un accertamento approfondito da parte del personale del Nucleo Polizia Amministrativa – specializzati nel settore – sono state accertate violazioni a carattere amministrativo e penale quali la mancanza delle tabelle alcolemiche presso l’entrata/uscita e violazioni in campo autorizzativo.

Di seguito sono stati controllati locali e discoteche ove, in un caso, è stata contestata la violazione della normativa in tema di prescrizioni a tutela dell’incolumità pubblica (specificatamente concernenti le uscite di sicurezza) ed elevate sanzioni per oltre 5.000 euro. In un altro caso si è proceduto alla segnalazione alla competente Autorità in quanto nel locale non era presente il titolare della licenza.


12.4.15                  Contatore visite