Serravalle e dintorni...

L'ASSEMBLEA DEI SINDACI APPROVA IL NUOVO STATUTO DELLA PROVINCIA DI FERRARA
- 25 MARZO 2015 -

 


Assemblea dei sindaci in provincia
Ferrara. Ventinove articoli distribuiti su sedici pagine. Sono i numeri essenziali del nuovo statuto della Provincia, approvato all’unanimità dall’assemblea dei sindaci riunita in Castello Estense.

Si tratta di un preciso adempimento dettato dalla legge Delrio (la numero 56 del 7 aprile 2014) che ha riformato le Province trasformandole in enti di secondo livello, cioè non più a elezione diretta ma formate dai sindaci.

La stessa legge che porta la firma del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri prevede che il Consiglio provinciale ne licenzi il testo sottoforma di proposta, cosa avvenuta lo scorso 4 marzo, e che sia l’assemblea dei primi cittadini (organo del nuovo ente insieme con presidente e Consiglio) ad approvarlo in via definitiva.

Lo statuto della Provincia entra in vigore trascorsi 15 giorni dalla pubblicazione sull’Albo online dell’amministrazione che ha sede in Castello Estense (www.provincia.fe.it/albotelematico).

Da segnalare come il testo disciplini, ad esempio, l’istituto della surroga, a seguito del caso dimissioni del consigliere Alan Fabbri, ex sindaco di Bondeno e poi eletto in Consiglio regionale.

Dopo che alcuna risposta è finora pervenuta dal ministero su specifico quesito rivolto al ministero dell’Interno, il testo approvato dai sindaci prevede (articolo 19) che nel caso sia impossibile procedere a surroga per mancanza di altri nominativi disponibili nella stessa lista di un consigliere dimissionario, il Consiglio continua a funzionare anche con numero inferiore al plenum (nel caso ferrarese 12 membri) e resta in carica fino alla presenza al proprio interno di almeno sei componenti più il presidente, ossia finché sia salvaguardato il numero legale.


26.3.15                  Contatore visite