Serravalle e dintorni...

 

BERRA, L'AREA DI SOSTA DELLA PISTA CICLABILE DESTRA PO: UNA DISCARICA A CIELO APERTO
 


 

 
Berra. Doveva essere un’oasi sulla pista ciclabile Destra Po. Una sorta di isola di sosta per gli amanti della bicicletta, ed invece il suo compito non è mai riuscito a svolgerlo.

Una struttura in legno con panche e tavolino, ricoperto da un piccolo pergolato in legno, grazioso da vedere ed utile per chi voleva fermarsi per uno spuntino al sacco ma anche per un semplice reintegro di liquidi durante le giornate afose. Ed invece poco dopo la sua costruzione fu preso di mira da alcuni balordi che, approfittandone della zona buia, portarono via le assi migliori, quelle più lunghe, forse per farsene uno a casa propria.

Dopo l’accaduto fu ripristinato il tutto ma anche questa volto le assi sparirono. Rimase così per molto tempo, fino a quando un cittadino decise di piantarvi quattro assi qualunque, non levigate, non lavorate, che vi rimasero per sempre.

Successivamente anche la piccola fontanella fu messa al tappeto, tanto che ora non esiste più. Ora, di fianco al cestino dei rifiuti, compare una discarica, con materiali di ogni genere, che non da una bella visione a chi passa di li. Insomma di cose fatte bene ed utili pare proprio che in questo tratto di Destra Po non possano esistere.

Ed ecco, ancora una volta, la protesta dei cittadini, che a poco conta. Pare di leggere una scritta che si trova in molti locali: ”Per colpa di pochi ci rimettono tutti”.

(d.m.b.)


9.4.18