Serravalle e dintorni...

 

BERRA, STEFANO BIGONI NON E' D'ACCORDO CON I "SALDI" SCOLASTICI DI ZAGHINI

 


Stefano Bigoni
Berra. (dall'inviato Luciano Cicoria) Sabato 17 febbraio l’aula consigliare di Berra ha riunito i genitori dei bambini che frequentano la scuola materna di Berra, un incontro voluto dall’amministrazione comunale per fare il punto della situazione.

La comunicazione, aspettata, è quella della chiusura della scuola materna paritaria “Mons. Angelo Strani” per il prossimo anno scolastico. Una comunicazione che non ha destato stupore, perché la situazione è già nota da tempo.

Presenti il sindaco ed il vicesindaco, che ne hanno dato comunicazione ufficiale: il problema è di natura economica e legato al numero di presenze, troppo basso per poter proseguire.

Su questa vicenda interviene il capogruppo e oppositore di “Uniti per Berra” Stefano Bigoni. “Premetto che la chiusura di una scuola, di ogni genere e ordine, rappresenta un impoverimento del territorio. Ma i due problemi principali, difficoltà economiche e pochi bambini, non permettono margini di interventi. E’ quindi necessario prendere provvedimenti, affinché l’inizio del prossimo anno scolastico abbia meno disagi possibili per questi bambini, naturalmente con una risoluzione attenta e responsabile.

Fortunatamente sul territorio comunale esistono altre due scuole, Serravalle e Cologna, statali, sulle quali fare pieno affidamento. Sarà cura dei genitori valutare attentamente, in base alle loro esigenze, ai loro fabbisogni, alle valutazioni sulle due scuole, prediligere una piuttosto che l’altra.

Mi pare invece sbagliato, come hanno fatto gli amministratori, proporre ai genitori uno sgravio sul buono pasto per chi indirizzerà l’iscrizione del proprio figlio verso Cologna. Sappiamo perfettamente che a Cologna ci sono meno bambini che a Serravalle però non ritengo giusto che l’amministrazione faccia delle preferenze, addirittura con sgravi sul buono pasto.

Ritengo questa decisione, una ingiustizia e discriminazione nei confronti dei bambini di Serravalle. Se poi pensiamo che a Cologna siederanno in mensa bambini che pagheranno un buono pasto e altri no, lo trovo ingiusto.

Se questo è il sistema per salvare le scuole direi che siamo sulla strada sbagliata. Vorrei aggiungere – conclude Bigoni – che dal prossimo anno ci troveremo di fronte ad un unico comune tra Berra e Ro e quindi molti scenari potrebbero cambiare”.


23.2.18